La presenza di valori di pressione massima superiori a 140 millimetri di mercurio e di pressione minima superiori a 89 sono un fattore di rischio per le malattie aterosclerotiche. Anche qui è importante sia il valore di ipertensione che la sua durata nel tempo. Il sale introdotto in eccesso, unitamente alla predisposizione genetica e al sovrappeso sono i principali fattori di rischio per lo sviluppo della malattia.